Partire per le meritate vacanze dovrebbe essere un momento felice, ma la preoccupazione per la sicurezza della propria casa può minare questa gioia.

Sappiamo bene che il rischio di furti o atti vandalici è alto, sia nelle località isolate sia nelle città.
Insomma, cosa fare per mettere in sicurezza la propria abitazione e tenere alla larga i malintenzionati? Innanzitutto, installando delle barriere fisiche tra l’esterno e l’interno della casa. Le grate alle finestre, specie se si vive in una villa o ai piani bassi, sono la più efficace forma di prevenzione da tentativi di intrusione.

Se poi sono certificate CE e in classe di sicurezza 5, come quelle realizzate interamente in Italia da Centro Inferriate, entrare in casa diventa una missione pressoché impossibile. 

Però, considerato che le attenzioni non sono mai abbastanza, si possono mettere in atto tutta una serie di strategie per scoraggiare eventuali ladri. Il consiglio più prezioso, condiviso anche dalle forze dell’ordine è quello di dare l’impressione che l’abitazione sia occupata anche durante l’assenza dei proprietari
Ecco alcuni consigli utili per far sembra la casa “viva”.  

Illuminazione esterna

Una buona illuminazione esterna può dissuadere i ladri dalla tentazione di avvicinarsi alla casa. I sensori di movimento che fanno scattare le luci in caso di passaggio di persone possono scoraggiare i malintenzionati. In ogni caso, le aree buie intorno alla casa, come cortili o ingressi secondari, dovrebbero essere sempre ben illuminate, per una maggiore sicurezza.

Simulare la presenza 

Oggi è possibile utilizzare la domotica per per accendere e spegnere le luci interne a intervalli regolari, simulando la presenza di persone. Con un timer, è possibile programmare l’accensione delle luci visibili dall’esterno. Andrebbe evitato anche l’accumulo di corrispondenza nella cassetta della posta: se possibile, andrebbe chiesto a un vicino o a una persona di fiducia di occuparsene.
I rapporti di buon vicinato sono utilissimi per prevenire i tentativi di furto..

Condivisioni sui social? No grazie 

Bisognerebbe resistere alla tentazione di condividere i dettagli delle vacanze sui social media. I ladri possono monitorare i social network per identificare le abitazioni temporaneamente vuote.
Conviene aspettare il ritorno a casa prima di pubblicare le foto e i racconti di viaggio.

Verde curato

Se si ha la fortuna di disporre di un giardino, è consigliabile prendersene cura anche… a distanza. Erba alta e cespugli incolti possono dare l’impressione che la casa sia disabitata.
Se possibile, conviene che il verde venga mantenuto anche in assenza dei proprietari, magari affidando l’incarico al giardiniere di fiducia o a una ditta specializzata.  

No alle chiavi “nascoste”

Soprattutto se si vive in una casa singola, mai lasciare una chiave della porta d’ingresso nascosta (si fa per dire) in un posto “segreto”, come il classico vaso di fiori. I ladri conoscono benissimo queste tecniche!
Piuttosto, conviene affidare una chiave di riserva a un vicino o a una persona di fiducia.  

Custodire gli oggetti di valore

Quando si parte per le vacanze, mai lasciare oggetti di valore nei cassetti o, peggio, in bella vista.
Gioielli e contanti dovrebbero essere custoditi in cassaforte o, ancora meglio in caso di assenza prolungata, in una cassetta di sicurezza. 

Conclusione

Non è necessario effettuare grandi investimenti per difendere il proprio immobile dai ladri mentre si è in vacanza. Anche le piccole azioni e alcune precauzioni possono fare una grande differenza.
L’adozione di sistemi di sicurezza efficaci, come l’installazione di inferriate a porte e finestre, l’attenzione ai dettagli come luci con sensori di movimento e la prudenza nel condividere le proprie abitudini sui social media sono misure semplici che possono proteggere la casa. E la vacanza sarà bellissima e soprattutto serena!